26 Luglio 2014 – Ogniqualvolta la fiducia viene tradita, solitamente il colpevole ha permesso all’orgoglio di guidare i suoi pensieri

26 Luglio 2014 – Ogniqualvolta la fiducia viene tradita, solitamente il colpevole ha permesso all’orgoglio di guidare i suoi pensieri

Mia amata figlia diletta, Io venni come un Re, ma oggi, vi invoco come un povero, perché Io non possiedo un briciolo di orgoglio, in quanto ciò sarebbe impossibile.
Richiamo a gran voce tutti i figli di Dio, con la grande speranza di poter risvegliare nei loro cuori induriti un barlume di amore, un amore nato dal Mio Eterno Padre, ma che giace assopito e dimenticato. Anche Io, Gesù Cristo, sono stato dimenticato, sebbene non ci sia una sola persona al mondo che non abbia sentito parlare di Me. Essi Mi conoscono, ma hanno dimenticato Chi Io Sia. Alcuni conoscono il Mio Nome, ma questo non significa nulla per loro. Alcuni Mi amano, ma sono troppo occupati per parlare con Me, se non uno sporadico accenno in Mio riconoscimento. Altri hanno sentito parlare di Me, ma Io Sono semplicemente un’icona ai loro occhi, qualcosa che appartiene ad un’era del passato, un profeta, forse, che può o meno essere stato autentico. Per quanto riguarda le altre anime, che hanno poca comprensione delle questioni spirituali, Io non Esisto. Sono un frutto dell’immaginazione, una creatura ideata dalle menti di persone ardentemente devote, che si aggrappano a un filo, sperando nell’esistenza di un nuovo mondo dopo questo. Lasciate che Io vi dica con certezza: Dio è Dio. L’umanità è stata creata dal Mio Eterno Padre, perché faceva parte del Suo Progetto per l’universo eterno. Tutto Era, È e Sarà, per Comando e Volontà di Colui che È e che Sarà. Nel mondo della Creazione del Padre Mio, si inchinino tutti davanti a Dio, compresi i Suoi nemici.
Quanto più l’uomo si affida servilmente a tutto ciò che vede, tocca, e sente col suo essere fisico, tanto più la sua spiritualità diventa sterile. Quando credete che tutto cominci e finisca con questo mondo, state affermando che Io non Esisto. Voi rinnegate Me, il Figlio dell’uomo, inviato a salvarvi dall’inganno del diavolo. Io Sono del Padre Mio. Ho fatto parte del Suo Grande Piano Divino. Siamo tutti una cosa sola, ma voi, miei cari figli, vivete in un deserto privo di vita e nell’ignoranza di ciò che significa la Mia Divinità. Il Mio Regno è perfetto ed è stato creato dal Padre Mio. La razza umana era perfetta, finché non fu distrutta dal peccato più grande agli Occhi di Mio Padre: il peccato di orgoglio. Diffidate del peccato di orgoglio, perché esso si è sviluppato a causa dell’amor proprio di Lucifero. Lucifero, il più alto tra le Gerarchie di Mio Padre, credé, possedendo il libero arbitrio, di poter fare quello che voleva, ma fallì in questo intento. Gli fu dato non solo il Dono del libero arbitrio, ma anche la fiducia di Mio Padre. Mio Padre mostrava completa fiducia in tutta la Sua Creazione. Purtroppo, questa non fu ricambiata.
Quando la fiducia viene tradita, solitamente il colpevole ha permesso all’orgoglio di guidare il suo pensiero, la sua mente e le sue azioni. Una volta che l’orgoglio si stabilisce nella vostra anima, voi create immediatamente una distanza tra voi e Colui che vi creò da una manciata di fango e nient’altro. Egli vi ha modellato e vi ha dato dei Doni. L’orgoglio è la più grande minaccia per l’umanità, perché vi convince che avete una conoscenza superiore a quella posseduta da Dio. Se credete questo, allora non siete degni di parlare né in Suo Nome né di nulla. Qualora lo faceste, creereste un ambiente in cui tutti i peccati sarebbero considerati una cosa buona. Se ciò dovesse accadere, non solo voi ingannereste gli altri, ma soprattutto voi stessi.

Il vostro Maestro
Il vostro amato Gesù

Seguici OGNI GIORNO su Twitter