17 Luglio 2013 – Non potete seguirMi veramente senza sopportare il dolore della Croce

17 Luglio 2013 – Non potete seguirMi veramente senza sopportare il dolore della Croce

Mia amata figlia prediletta, quanto Mi confortano le preghiere di tutti i Miei cari seguaci in questo momento. Io sono nei loro cuori e nelle loro anime e le loro anime sono privilegiate. Devo chiedere loro di subire il ridicolo che dovranno affrontare seguendo il Mio sentiero e portando la Mia Croce, poiché col tempo essi capiranno perché deve essere così.
Non potete seguirmi veramente senza sopportare il dolore della Croce. Quando Mi amate, una Luce è presente nella vostra anima. Questa Luce pura è come una calamita, poiché attira il peggio delle altre persone. Anime di buona volontà sono spesso attaccate dallo spirito del male, per infliggere dolore a chiunque segua la Verità dei Miei insegnamenti.
Quando proclamerete la Verità di Dio, voi sarete odiati da coloro che non amano Dio. Quando Mi seguite, anche in silenzio, sopportate lo stesso dolore. Questo dolore è causato da coloro – quelli che di solito rispettate e a cui siete affezionati – che vi attaccano, perché Mi amate e siete fedeli ai Miei Insegnamenti.
È giunto il momento per voi di uscire e parlare dei Miei Messaggi. I sacerdoti, tuttavia, troveranno questo difficile, in quanto devono continuare ad obbedire ai loro superiori. Molti nella Mia Chiesa saranno spaventati nel testimoniare i Miei Messaggi, ma questo non significa che essi non possano difendere la Verità della Mia Santa Parola. La Parola, data ai Miei Apostoli, vive, anche se molti cercano di ucciderla. Noterete quanto poco Io sia venerato in pubblico: quasi mai.
I Miei insegnamenti non svolgono più un ruolo importante nella vostra società. Dovete insistere, a qualunque Chiesa cristiana apparteniate, affinché i Miei servitori non si dimentichino di citare il Mio Nome, quando parlano del bene, perché il bene non può venire da una pietra. Il bene può venire solo da Dio.

Il vostro Gesù.

Seguici OGNI GIORNO su Twitter