26 Ottobre 2012 – Coloro che umiliano la Mia Parola data attraverso Te, figlia Mia, Mi feriscono profondamente fino a farmi provare un dolore straziante.

26 Ottobre 2012 – Coloro che umiliano la Mia Parola data attraverso Te, figlia Mia, Mi feriscono profondamente fino a farmi provare un dolore straziante.

Mia amata figlia prediletta, il Mio Regno sulla terra sta per diventare realtà.
Il Nuovo Regno, il Nuovo Paradiso, promessi da così tanto tempo dal Mio amato Eterno Padre, è il dono più grande.
Il segreto per capire il Mio Nuovo Regno risiede nel mistero della Mia sofferenza nel Giardino del Getsemani.
Quando caddi prostrato davanti a Mio Padre, piangendo con dolore, ciò avvenne a causa della perdita delle anime condannate nel futuro, che sarebbero bruciate nei fuochi dell’inferno nonostante il Mio Sacrificio sulla Croce.
La Mia umiliazione nelle mani di Ponzio Pilato non fu dolorosa per Me a causa del pubblico ludibrio, ma perché sapevo che quelle stesse anime sarebbero state perse per Me. E così piansi lacrime di tristezza, vedendole ingannate da Satana, questa forza del male che essi non potevano vedere ma che infestava ogni fibra del loro essere.
Quando Mi vedi preoccupato, figlia Mia, è per delle buone ragioni. Piango anche per quelle anime che respingono questi Messaggi con disprezzo. Esse non sono in grado di porsi in completa unione con Me. Per colpa del loro peccato di orgoglio, di arroganza, della loro mancanza di conoscenza e di umiltà, esse insultano la Mia Parola.
Esse cercano allora di impedire al cuore di coloro che Io desidero raggiungere, di abbracciare la Mia Santa Parola.
Piango per loro, poiché non hanno coscienza delle gravi conseguenze dei loro comportamenti quando tradiscono la Mia Vera Parola mentre è presentata ad ogni figlio di Dio in questo periodo.
Cosi tante anime, private della Mia Parola a causa dell’azione di coloro che  dicono che Mi rappresentano nel mondo, saranno perse.
Soffro ancora oggi, proprio come patii una terribile agonia quando affrontai i fischi di coloro che stavano accanto al trono dorato di Ponzio Pilato.  Il dolore che patisco oggi, attraverso di te figlia Mia, non è diverso di quello di allora.
Coloro che umiliano la Mia Parola, data attraverso te, figlia Mia, Mi feriscono profondamente fino a farmi provare un dolore straziante.
 Essi piantano gli ultimi chiodi sulla Mia anima sofferente, mentre tento ancora una volta di salvare la razza umana dalla distruzione.
Pregate affinché Mio Padre, per la Sua Misericordia, sia tollerante per queste anime che si battono attraverso la mano del seduttore, per rendere il Mondo di Dio impotente.
Siate diffidenti, figli Miei, verso coloro che si oppongono con veemenza alla Mia Parola data in questi Messaggi. Voi dovete pregare per le loro anime.

Il vostro Gesù.

Seguici OGNI GIORNO su Twitter