29 Aprile 2011 – L’umiltà è necessaria per entrare in Cielo

29 Aprile 2011 – L’umiltà è necessaria per entrare in Cielo

Mia amata figlia prediletta, l’umiltà è una lezione che tutti quelli che sperano di entrare nel Mio Regno devono imparare.
L’umiltà afferma la vostra piccolezza ai Miei occhi quando venerate Me, il vostro Salvatore, il Figlio di Dio fatto Uomo. Senza di essa si va incontro all’orgoglio. Il che è inutile se vi volete dichiarare degni del Mio Regno.
Nel mondo d’oggi l’umiltà non è accettabile, in un’epoca in cui la l’assertività e il desiderio di riuscire a migliorare sé stessi davanti agli altri, sono considerate come qualità ammirevoli. Quelli che non esaltano sé stessi o che non si mettono in mostra con fiducia ed arroganza sono ignorati. Le loro caratteristiche di umiltà e generosità verso gli altri sono considerate come una debolezza: non vale la pena preoccuparsi di stare in loro compagnia. Eppure la virtù opposta all’orgoglio è la chiave per entrare nel Regno dei Cieli. Così ciò che è considerato essere un approccio riuscito per procurarsi la chiave per la ricchezza e il benessere in questa vita è proprio la formula che vi condurrà nelle tenebre dopo la morte.
Ciò che è veramente importante è l’umiltà con la quale accettate di dover servire per prima cosa il vostro Artefice e Creatore. Dichiarando la vostra nullità, voi proclamate la Gloria di Dio.
L’umiltà è una virtù che non è solo preziosa ai Miei occhi, ma è anche una parte importante del vostro sviluppo spirituale. Essa consiste nel mettere gli altri davanti a voi stessi per la Gloria di Dio. Eppure è così facile ricadere rapidamente in uno stato di orgoglio.

Avvertimento alle anime elette
Consideriamo quelli che hanno lavorato duramente per migliorare la loro vita spirituale per compiacermi. Poi esaminate le anime fortunate che hanno ricevuto doni particolari e che, per la potenza dello Spirito Santo, agiscono come veggenti in tutto il mondo. Sovente, dopo aver ricevuto queste Grazie, cominciano sottilmente a considerare sé stesse più speciali rispetto ai loro fratelli e sorelle. Esse si vantano dei doni che possiedono. Allora diventano selettive nel loro modo di condividere questi doni. La loro autoglorificazione influisce allora sulla loro capacità di diffondere la verità. Hanno dimenticato che tutti i doni che hanno ricevuto provengono da Me. Io amo tutti. Essi hanno ricevuto questi doni per condividerli. Come Io ho dato questi doni a queste anime elette per il bene degli altri, così posso anche riprenderli.
L’autoglorificazione vi impedisce davvero di seguire i Miei passi. Imparate ad essere umili, pazienti e senza orgoglio. Se lavorate per ottenere l’umiltà vi sarà concesso un posto particolare nel Mio cuore. Allora, quando scelgo certe persone come anime elette, esse devono considerare ciò come un dono. Non devono mai pensare di essere più importanti ai Miei occhi, poiché Io amo tutte le persone. Quindi non ricompenserò un buon lavoro se non quando l’umiltà sarà dimostrata tanto a Me che ai vostri fratelli e sorelle.

Il vostro amorevole Salvatore
Gesù Cristo.

Seguici OGNI GIORNO su Twitter